Ordinanza federale


1 gennaio 2014

Una data da ricordare… in quanto cambieranno le condizioni per svolgere la professione di accompagnatore di escursionismo.

A fine novembre 2012 è stata pubblicata la nuova ordinanza (solo in tedesco o francese) concernente l’attività di guida alpina e l’offerta di altre attività a rischio, approvata dal Consiglio Federale e che entrerà in vigore il 1. gennaio 2014! Questa intende regolare a livello federale fra l’altro attività come l’escursionismo e le racchette da neve.

Come ogni testo anche questo non è di facile lettura ed è interpretabile. Dal mio punto di vista credo che nella pratica questo significa chi offre commercialmente delle escursioni dovrà possedere un attestato e un’autorizzazione federale, questo a partire dagli itinerari alpini T4 (come la salita da Roseto via Alpe Sologna al Piano delle creste o la salita da Arogno alla vetta del Monte Generoso) e dalle escursioni impegnative con racchette WT3 al di sopra del limite altitudinale dei boschi (per esempio la salita al Pizzo dell’Uomo dal Lucomagno o la traversata del Passo del San Bernardino). Per tutte le altre escursioni non servirà alcun diploma e alcuna autorizzazione. Questo significa che nel settore turistico legato a queste attività è stato fatto un passo da gigante, purtroppo nella direzione sbagliata.

Il nostro cantone è stato il primo e l’unico a volere una figura professionale che è l’operatore turistico di montagna (OTM) ed esiste dal 1998. Altri cantoni come i Grigioni, il Vallese e Vaud hanno legiferato in questo senso. Con questa ordinanza il diploma cantonale perde ogni suo valore a meno di non aver conseguito l’attestato federale di accompagnatore d’escursionismo. Ma anche quello serve poco poiché solo il 20% delle escursioni da me proposte necessiterà dell’autorizzazione federale, l’80% della mia attività invece no. Inoltre in questo 20% un maestro di sport invernale (un maestro di sci) potrà proporre escursioni con racchette lontano dalle piste di sci come un accompagnatore di escursionismo che ha una formazione specifica nel settore!

Il Ticino ancora una volta ha brillato con la sua presa di posizione del 21 marzo 2012 dove il Consiglio di Stato esordisce dichiarando che “in linea generale si può affermare che la situazione in Ticino é soddisfacente malgrado non esistano basi legali cantonali specifiche sulla materia” ignorando quindi il regolamento professionale degli OTM e più in là viene confermata questa ignoranza dove si dice che “la domanda è stabile e “la rete delle guide alpine diplomate e dei maestri di sport invernale è molto ben strutturata”. Da questa presa di posizione anche la vocazione turistica – inerente la montagna – non ne esce molto bene perché l’escursionismo e l’attività invernale con le racchette da neve viene ridotto alle vette da raggiungere e alle loro vie d’accesso, affermando che “la clientela si indirizza principalmente verso altri cantoni alpini quali il Vallese e Grigioni”. E il nostro turismo cosa ha fatto? Come si è mosso? Non ho né trovato né sentito parlare di prese di posizione del settore turistico in questo ambito…

… ma vi sembra normale che nell’escursionismo, un settore definito dal Consiglio Federale “sport a rischio” e da Ticino Turismo “Paradiso delle attività all’aria aperta” con i suoi oltre 3mila km di sentieri, ci sia una regolamentazione che di fatto rende vana una professione come l’accompagnatore di escursionismo e che nessuno apre bocca? Quindi che senso ha formare delle persone per questa professione? Purtroppo questa legge va a favore unicamente delle guide alpine e minaccia considerevolmente il settore turistico e formativo legato all’escursionismo in quanto permette il dilagare di persone senza alcuna formazione!

Io credo che la nostra forza sia nel valore aggiunto, che va oltre al portare le persone da A a B, ma sta nel far vivere un’esperienza di qualità, originale e unica. Chi si affida a noi vuole e pretende questo… un servizio professionale svolto da professionisti! Peccato che il Ticino dorme… ma il Cantone farà qualcosa di concreto per difendere la quarantina di diplomati OTM? Il mondo turistico vuole una maggiore professionalità nell’accompagnamento di turisti sui nostri sentieri?

Deluso da queste “novità” e dall’immobilismo del mondo politico, turistico e associativo, ma fiducioso e ottimista per le iniziative private e individuali vi saluto cordialmente, Roger Welti

Ma voi cosa ne pensate? È necessario regolamentare maggiormente l’accompagnamento escursionistico a livello commerciale?

UFSPO: qui trovate tutta la documentazione inerente questo dossier!

(ho inviato una mail con questo testo agli Enti turistici locali, a Ticino Turismo, alla Cancelleria del Canton Ticino e in copia alla scuola e alle associazioni attive nella formazione, indicando pure che questo mio scritto lo trovate qui dove è possibile anche fare i vostri commenti. Mi permetterò di pubblicare eventuali vostre risposte sulla stessa pagina!)

2 pensieri riguardo “Ordinanza federale

  1. Non tutti lo sanno ma dal 1. gennaio 2014 vi è una nuova ordinanza federale che regola gli sport a rischio, l’escursionismo e le attività con le racchette da neve ne fanno parte. Ebbene possono accompagnare persone e gruppi (a scopo commerciale) soltanto i professionisti che hanno l’autorizzazione federale. Io ce l’ho e scade nel Giugno 2018.
    Per saperne di più e verificare nel registro delle autorizzazioni chi ne è in possesso puoi consultare il Sito dell’UFSPO per ulteriori dettagli!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...