Bosco Gurin: la magìa della luna piena

Quella notte, in mezzo alla Fontana, si rispecchiava una grande luna gialla. L’asino si mise a bere. Mentre lo guardava l’uomo disse: – Quanta sete avevi asinello mio. – Ma poi, all’improvviso, si accorse che nello stagno la luna non si vedeva più. – Per l’amor del cielo asinello! Non avrai mica ingoiato la luna? 

A noi non mancava per niente la luna! Ma un paio di partecipanti alla passeggiata notturna invece sì. Dopo una lunga attesa, per fortuna la temperatura era insperatamente alta (+4), finalmente ci hanno raggiunto, così l’allegra e variegata comitiva ha potuto finalmente mettersi in marcia.

La storiella che ho potuto leggere ho l’impressione che non sia piaciuta solo alle due bambine presenti, ma anche a tutti gli adulti. H. addirittura non parla l’italiano, ma ha immediatamente riconosciuto la storia poiché proviene dalla tradizione popolare germanofona. E l’asinello in tutto questo? Per fortuna c’erano le donne del villaggio che alla brillante idea degli uomini di tagliare la pancia all’asino hanno risposto che non serviva perché poi la luna bisognava rimetterla nel cielo! Di scale così lunghe e di uomini così coraggiosi non c’era traccia…nel frattempo la luna era riapparsa nel cielo e gli animi al villaggio si sono placcati. L’uomo e l’asinello però vi furono banditi.Per fortuna la luna c’era e in tutto il suo splendore, ma a Bosco Gurin ci deve essere in giro un asinello che ha ingoiato la neve, infatti di tutta quella che era caduta una settimana prima non c’era già più traccia, anzì con le racchette siamo anche andati a camminare sull’erba! Mi sa che l’uscita con la prossima luna piena si farà tutta sull’erba…o sulla sabbia delle meravigliose spiagge della Costa Azzurra! Questo mi viene in mente perché uno dei partecipanti mi è arrivato da nientepòpòdimeno che NIZZA, ma vi rendete conto?Di ritorno all’albergo abbiamo gustato un’ottima cena e poi per mia figlia è me è stato il momento di scendere a valle anche perché sia lei che io saremo ben impegnati la mattina seguente: lei ritorna a Bosco Gurin con lo sci club e io parto alla volta della capanna Garzonera per il fine settimana! Lungo la strada abbiamo avuto occasione di vedere ben cinque caprioli e poco prima di Linescio anche una cerva, siamo stati fortunati!

2 pensieri riguardo “Bosco Gurin: la magìa della luna piena

  1. Ah si, CHI CERCA TROVA…. anche la neve :-)Grazie Roger, è stata una bella esperienza per noi tutti. Assolutamente da ripetere…. e quella della spiaggia non è poi cattiva come idea….Saluti da Silvia e tutta la banda variata, allegra e internazionale 🙂

    Mi piace

  2. L’idea della spiaggia ha già avuto ulteriori sviluppi, devo giusto trovare le Birkenstock o le Teva da mettere sulle racchette…;)GRAZIE a tutti voi per la bella presenza e la bella compagnia che si è creata: penso che vi siete ancora divertiti nel fine settimana sciando a Bosco Gurin!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...