Contrabbandieri

La storia del contrabbando nelle Alpi è legata a filo doppio alle vicende delle popolazioni che le abitano. Da una parte è la storia delle merci portate negli innumerevoli viaggi attraverso il confine, dall’altra è la storia delle persone legate a quest’attività che ha marcato per decenni la vita nelle nostre montagne.
Narrata in modo appassionante – in base a interviste e documenti storici raccolti in anni di ricerca – va diritta al cuore del lettore. Chi per necessità chi per arrottondare il salario e chi per avere qualche „ghello“ in più in tasca nel fine settimana: tutti lo facevano con passione e devozione!
Poi in pochi anni tutto cessò, almeno in quella forma: il contrabbando divenne parte di qualcosa di più grosso, più pericoloso, i viaggi notturni sia d’estate sia d’inverno cessarono e ritornò la calma sulle montagne.
Un libro che non deve mancare in nessuna biblioteca che narra della nostra gente e delle nostre montagne.

Erminio Ferrari, Contrabbandieri: uomini e bricolle tra Ossola, Ticino e Vallese, Tararà Ed. Verbania, 2000(97)

Kommentar verfassen

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden /  Ändern )

Google Foto

Du kommentierst mit Deinem Google-Konto. Abmelden /  Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden /  Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden /  Ändern )

Verbinde mit %s